Ecclestone divorzia dopo 23 anni. Il giudice: “Comportamenti irragionevoli”

mercoledì 11 marzo 2009 · Fuoripista

Un patrimonio miliardario, un jet, un hotel in Svizzera, due yacht e case sparse in tutto il mondo: è quello che dovranno spartirsi Bernie Ecclestone e Slavica Radic, che divorziano dopo 23 anni di matrimonio. Bernie una volta disse: “Le coppie stanno insieme solo per la paura del disastro finanziario di un divorzio”.

Secondo l’edizione online del Daily Mail, gli avvocati ci hanno messo appena 58 secondi per sciogliere l’unione: per l’Alta Corte di Londra, Ecclestone è responsabile di “comportamenti irragionevoli”. Tanto irragionevoli da provocare alla moglie uno stato patologico di “stress e ansia”.

Fra Slavica e Bernie la differenza è di 28 anni. E 30 centimentri d’altezza. Si erano visti a un party nel 1982 nel weekend del Gran Premio d’Italia, l’approccio di Bernie era stato disastroso: lei, croata, modella di Armani, per liberarsi dalle avance gli aveva girato un numero di telefono fasullo.

Nel 1997 Ecclestone le aveva intestato la Slec e le aveva ceduto temporaneamente i diritti commerciali della Formula 1, in attesa di mettere a punto la FOM per riprenderseli. Ma Slavica per ragioni fiscali conserva ancora la maggior parte delle proprietà immobiliari.

Compresa la villa di Chelsea, dove si è trasferita a novembre. Bernie aveva detto: “Accanto a casa nostra hanno aperto un cantiere e lei non sopporta il rumore”.

Ecclestone ·