Spagna, ultimi test collettivi: la Brawn spaventa, gli altri soffrono

sabato 14 marzo 2009 · Test

La scossa la dà Button mercoledì pomeriggio. La conferma arriva giovedì con Barrichello che fa anche meglio. Sono le Brawn le più veloci in assoluto al Montmelò. Alonso ci crede, i record non sono un bluff: “Certo, non è normale che siano così veloci nel loro primo test. Però la verità è che hanno una macchina che la Honda aveva cominciato a sviluppare nel 2007. E questo è evidente dalle linee”.

Flavio Briatore sente puzza di bruciato, perché probabilmente Ross Brawn caccia gli artigli solo per calamitare l’attenzione degli sponsor che ancora non ha. Intanto però gli altri si spaventano.

La McLaren fra prove comparative e incidenti fa meno giri del previsto, resta indietro e non va oltre l’undicesimo tempo di Hamilton. Ron Dennis, che comunque dal 1° marzo lascia la direzione a Martin Whitmarsh, promette: “Ci aspettiamo che la nostra macchina vada sempre più forte ad ogni Gran Premio. Avremo il passo per lottare per il Mondiale”.

Anche perché la McLaren ha ancora una cartuccia da sparare: una settimana di test a Jerez per recuperare i chilometri che Ferrari, BMW e Toyota hanno accumulato a Sakhir all’inizio febbraio. Poi a Melbourne la sentenza. Raikkonen avverte: “Con i guai che hanno avuto, non significa che non saranno veloci alla prima gara”.

La Ferrari invece non è tranquilla, perché il circuito di raffreddamento del kers fa ancora le bizze come nei test in Bahrain. E la Scuderia il tempo delle prove in pista l’ha esaurito.

Barcellona, Brawn GP, Ferrari, McLaren,