Jos Verstappen, pit-stop in carcere. L’accusa: tentato omicidio

sabato 7 gennaio 2012 · Fuoripista

A dicembre si è guadagnato i titoli per la polemica gratuita a carico di Schumacher sulla regolarità della Benetton del 1994. Adesso Jos Verstappen – 40 anni a marzo – è un’altra volta al centro della cronaca per ragioni ancora meno nobili.

Il quotidiano Algemeen Dagblad e la televisione olandese RTL riferiscono che Jos ha abusato della sua ex e ha cercato di investirla con l’auto dopo l’ennesima discussione.

La polizia di North Limburg conferma che nella notte tra martedì e mercoledì ha ricevuto la chiamata di una ragazza di 24 anni che raccontava di essere stata travolta dall’automobile del fidanzato e aveva riportato contusioni multiple. Qualche ora dopo, Jos si è costituito e la polizia l’ha preso in custodia con l’accusa di tentato omicidio.

La ragazza temeva ritorsioni: “Devo nascondermi da qualche parte. Non so che aspettarmi quando sarà rilasciato”. A novembre aveva già chiesto l’intervento delle forze dell’ordine dopo aver subito un’aggressione da parte di Jos.

Che infatti ha un bel po’ di precedenti: è stato condannato nel 2000 con suo padre a cinque anni di reclusione – poi sospesi per conciliazione – per aver ferito un uomo alla testa in una rissa a una manifestazione di karting; e nel 2008 a tre mesi – sospesi anche questi – per aggressione alla moglie, Sophie Kumpen, che poi ha chiesto il divorzio.

Verstappen ·