Gran Premio d’Italia 2017 a Monza: sintesi, risultati, statistiche e classifiche

domenica 3 settembre 2017 · Race round-up

Prenderle senza darle, inesorabilmente, come la Nazionale di Ventura contro la Spagna: è dimessa e impotente la Ferrari a Monza, dopo quattro giri le Mercedes sono già in fuga, Vettel arriva oltre mezzo minuto più tardi. Una demolizione. Marchionne è una furia: “Una differenza imbarazzante, mi girano le palle”. E poteva andare pure peggio perché Ricciardo stava per prendersi lui il podio.

L’ordine d’arrivo. Vince Hamilton su Bottas e Vettel, a punti Ricciardo, Raikkonen, Ocon, Stroll, Massa, Perez e Verstappen. Fuori Palmer e Vandoorne.

Mvp. Partenza su gomme soft e finale su supersoft, Ricciardo da sedicesimo in griglia finisce ai piedi del podio, a 4 secondi da Vettel, con il giro record che nega il grand chelem a Hamilton. Nella rimonta, la sverniciata a Raikkonen alla staccata della prima variante. Bravo, bravo, bravo.

Pioggia… di sanzioni. Il documento ufficiale con la griglia di partenza è farcito di asterischi: per cambi di motori e pezzi vari, in tutto la Fia applica 150 posizioni di retrocessione. Nel 2015, sempre a Monza, era arrivata a 168.

La voce del popolo. Dal podio, il saluto di Vettel alla marea rossa: “Siete il migliore pubblico del mondo”. Macché: Hamilton è sepolto dai fischi, la percentuale italiota che contesta gli avversari della Ferrari non si estingue mai. A Monza l’abito fa il monaco.

Le statistiche. Con la seconda posizione in qualifica, Stroll è il più giovane in prima fila, a 18 anni, 10 mesi e 3 giorni batte di 23 giorni il primato di Verstappen a Spa 2016. Hamilton è il primo a vincere due gare consecutive nel 2017. Mercedes nell’epoca dell’ibrido ha fatto sempre doppietta a Monza e ha condotto tutti i giri di gara.

Le classifiche. Nel mondiale piloti: Hamilton 238, Vettel 235 (-3), Bottas 197 (-41), Ricciardo 144 (-94), Raikkonen 138 (-100). Nel mondiale costruttori: Mercedes 435, Ferrari 373 (-62), Red Bull 212 (-223). Si corre il 17 settembre a Singapore.

Bottas, Ferrari, Hamilton, Marchionne, Mercedes, Monza, Ricciardo, Stroll, Vettel,