Le prove libere in Austria, la nuova Mercedes, i guai della Formula 2 e le ultime di mercato

venerdì 29 giugno 2018 · Snack news

Ordinaria amministrazione. Hamilton e Bottas comandano la classifica delle prove libere in Austria, la Mercedes ha 2 decimi di vantaggio su Vettel, oltre 4 sulla Red Bull.

Stella d’argento. Quella che debutta a Spielberg è una Mercedes tutta nuova, quasi una versione B, ridisegnata per pance, ala posteriore e fondo. Hamilton in conferenza stampa giovedì diceva: “Abbiamo cose che spaventeranno gli avversari”. Appunto.

La trappola dietro la curva. C’è malcontento per il rischio che si corre sui cordoli, dopo le prove gli ingegneri hanno trovato diversi danni a fondo e sospensioni. La questione era stata posta già nel 2016, Ricciardo ribadisce quanto già aveva detto all’epoca: “I cordoli indicano il limite della pista, il nostro lavoro è rispettarli e starne lontani”.

La prova tv. Grosjean torna a parlare della penalità – l’ennesima – che s’è beccato in Francia per l’incidente al via: “Resto scioccato, una penalità senza senso”. È intervenuto Whiting, ha mostrato ai giornalisti un video che prova tutte le colpe del pilota dell’Haas: “Da tutte le angolazioni lo vedete, è solo lui a muoversi e causare i contatti”.

Fuori dal mondiale. La Germania è fuori dal mondiale di calcio… e dal mondiale di Formula 1: per il 2019 né Hockenheim né il Nurburgring hanno intenzione di organizzare il Gran Premio. Il che libera automaticamente una casella per Miami.

Formula flop. Macchine che vanno in stallo, volanti in tilt, frizioni che si bruciano. Nel silenzio della Fia. È nel pallone il campionato di Formula 2, tutte le strade conducono a Mecachrome, l’azienda che fa i motori per tutti.

(Fanta)mercato. Nuova gara, nuovo episodio: l’ultima fantasia della stampa che non sa che scrivere è la possibilità di uno scambio tra Raikkonen e Leclerc già dal Gran Premio del Belgio alla fine di agosto. Una prospettiva che ha la stessa probabilità dell’impatto di un meteorite con la terra.

Amarcord. Il 29 giugno del 1996 è nel ciclone la Ferrari a Magny Cours, la Fia scova Irvine coi deflettori fuori tolleranza, la Williams guarda con sospetto alla pole di Schumacher. Che domenica polverizza il motore nel giro di formazione e silenziosamente esce di scena. Risparmiandosi un reclamo. Il diario dei Gran Premi di F1WEB.it è disponibile in print-on-demand su ilmiolibro.it.

Boullier, Formula 2, Grosjean, Leclerc, Mercedes, Miami, Raikkonen, Ricciardo, Spielberg,