Shanghai, la Ferrari riparte da Mattiacci: è lui l’uomo di Marchionne

Nel calendario cinese il 2014 è l’anno del cavallo e magari qualcosa può significare per l’italico cavallino che atterra a Shanghai con la squadra in tumulto e l’esigenza impellente della svolta. Finisce dopo sei anni la Gestione Sportiva di Domenicali, la Scuderia continua a passarla come una resa volontaria e spacca i media. Titola La Stampa che “Domenicali paga per tutti”. Forse. “Per tutti i suoi errori” suggerisce CircusF1.com.