Tutte le Lotus insieme, 40 anni di storia e 500 Gran Premi a Snetterton

lunedì 21 giugno 2010 · Amarcord

Quasi 40 anni di storia concentrati a Snetterton: è il Classic Team Lotus Festival, un appuntamento fisso che quest’anno arriva alla vigilia di una ricorrenza importante, perché Valencia segnerà – almeno nelle statistiche ufficiali – la partecipazione numero 500 del marchio Lotus in Formula 1.

Poi è vero che la squadra che s’è formata nel 2010 è lontana anni luce dalla leggenda degli anni che furono, ma come dice Tony Fernandes “era un evento e non si poteva mancare”.

Non hanno saputo – e non hanno potuto per ragioni commerciali – dire di no nemmeno Jarno Trulli e Heikki Kovalainen. E s’è visto anche Mike Gascoyne, a sbirciare nel parterre la Lotus 25/T4 del 1963, quella del primo titolo di Jim Clark. Oggi appartiene a un australiano che si chiama John Bowers e che due anni fa se l’è aggiudicata all’asta per un milione di dollari.

L’idea del festival è venuta a Clive Chapman, l’erede naturale di Colin: “È un evento senza precedenti. Per la prima volta c’è la griglia completa con tutte le macchine del team Lotus”, 33 in tutto, di proprietà di collezionisti privati.

Al taglio del nastro Hazel Williams, la vedova di Colin Chapman: fu lei nel 1952 a prestargli 25 sterline per fondare il team che in Formula 1 fra il 1958 e il 1994 ha vinto 7 Titoli Costruttori e 6 Piloti, ha conquistato 73 Gran Premi, 102 pole position e 65 giri veloci, un palmarés a cui contribuiscono Clark, Andretti, Peterson, Fittipaldi, Senna, Rindt, G. Hill, Moss, de Angelis, Mansell, Piquet, Hakkinen, Ickx, Ireland, Siffert e Nilsson.

Chapman, Fernandes, Fittipaldi, Kovalainen, Rindt, Team Lotus, Trulli,