Gran Premio del Brasile 2011, qualifiche

sabato 26 novembre 2011 · Race highlights

Serial winner dell’anno, Sebastian Vettel in Brasile mette al sicuro anche l’ultima pole position del campionato. Ma una volta tanto il vantaggio su Webber non è un abisso e resta sotto i 2 decimi. McLaren in seconda fila, Alonso quinto e Rosberg sesto.

Pioggia sì, pioggia no. Le previsioni danno temporali per domenica. Per la gioia di Alonso che vuole correre sul bagnato per provare a rovesciare i parametri. Whitmarsh della McLaren però è categorico: “In caso di pioggia, noi e Red Bull ci siamo preparati meglio di tutti”.

Mercedes. Schumacher entra in Q3 ma non fa neanche un giro. È un altro di quelli che scommette sulla pioggia e lo ammette: “Abbiamo adottato un approccio strategico nelle qualifiche”.

Pirelli. Oltre a essere più squadrate come le Michelin, le gomme del 2012 saranno anche mediamente più morbide. Un aiuto alla Ferrari? Hembery lo esclude: “In India c’erano le soft e le supersoft. Alonso e Massa soffrivano comunque”.

A volte tornano… Nel box della Renault s’è visto Dave Ryan nel ruolo di consulente alle procedure operative. Nel 2009 la McLaren l’aveva allontanato come capro espiatorio dopo le menzogne di Hamilton ai commissari di Melbourne.

Caschi. Livree speciali per l’ultima gara dell’anno. A parte Vettel che ormai ha l’abitudine di indossare un casco diverso su ogni pista, spiccano Barrichello e Hamilton, entrambi con i colori di Ayrton, mentre Massa ha la calotta dorata per onorare i 100 Gran Premi col Cavallino.

Kubica. Boullier da Interlagos precisa la posizione della Renault in merito al futuro di Robert Kubica: “Robert con noi può fare tutti i test che vuole in inverno, a patto che poi corra con il nostro team sia nel 2012, anche da metà stagione in poi, sia nel 2013. Non vogliamo allenarlo per farlo gareggiare con altri”.

Alonso, Ferrari, Interlagos, Kubica, Pirelli, Red Bull, Renault, Vettel,