Alguersuari e la discussione con Marko in Corea. Ma il destino era già scritto

lunedì 2 gennaio 2012 · Mercato

Rimbalza da un capo all’altro della rete il video della ramanzina di Helmut Marko a Jaime Alguersuari nelle prove libere del Gran Premio di Corea. Non è un inedito, solo che le immagini adesso alla luce del licenziamento di Alguersuari hanno un peso diverso.

Jaime con la Toro Rosso a Yeongam, sabato mattina nelle libere sbarra il passo a Vettel che gli agita il pugno in rettilineo. Quando rientra ai box si trova a faccia a faccia con Marko che lo avvisa: “Tutto questo è inammissibile”.

Secondo la stampa spagnola è l’episodio da cui è scaturita la rottura. Marko è il faccendiere di Mateschitz, quello che ha plasmato Vettel, che controlla il programma giovani della Red Bull e praticamente tiene in pugno il destino del vivaio della Toro Rosso.

Pitpass.com invece assicura che il futuro di Jaime era già scritto a fine settembre nel week-end di Singapore. Quindi la Corea non c’entra. O c’entra poco.

Il posto di Jaime doveva andare a Ricciardo perché Toro Rosso aveva un’opzione a favore vincolata alle prestazioni. L’affare si è ingarbugliato quando Jaime ha preso 4 punti a Montréal con l’ottavo posto. Per cui Toro Rosso non l’ha potuto scaricare. Marko teneva già Ricciardo in stand-by per la seconda metà della stagione e l’ha dirottato all’Hispania a danno di Karthikeyan da Silverstone in poi.

Jaime sulla porta ci è finito comunque, a contratto scaduto a fine anno. Aveva debuttato sulla Toro Rosso in Ungheria nel 2009 quando il team si era sbarazzato di Bourdais. Resta il più giovane nella storia della Formula 1: a 19 anni e 125 giorni, due mesi in meno rispetto al primato precedente di Mike Thackwell che resisteva dal 1980.

Alguersuari · Marko · Red Bull · Ricciardo · Toro Rosso · Yeongam ·