Punti doppi all’ultima gara e numeri fissi dal 2014: cui prodest?

martedì 10 dicembre 2013 · Regolamenti

Non passa la proposta indecente di obbligare le squadre a fare almeno due pit-stop, ma dalla riunione del Gruppo Strategia – quella specie di cosca che non ha mai convinto del tutto i piccoli team – escono comunque due novità pesanti. E succose, con effetto immediato: il raddoppio dei punti nell’ultima corsa dell’anno e la liberalizzazione dei numeri d’iscrizione.

La prima è una mossa che viaggia spudoratamente nella direzione dell’intrattenimento puro perché con i punti doppi nell’ultimo Gran Premio – all’americana, come nella Nascar – si riducono a dismisura le possibilità che i titoli vengano assegnati in anticipo.

A Vettel – e non solamente a lui – l’idea non scende per niente: “Io preferisco le vecchie tradizioni”. Niente di nuovo, dal momento che in tema di punteggi la Formula 1 e le tradizioni già non si parlano dal 2010 quando la Fia ha pompato a dismisura i valori dei piazzamenti e ha compromesso ogni raffronto con la storia.

Piuttosto, lo sport adesso cerca l’argine per tenere in piedi campionato e audience anche nelle stagioni coi destini già scritti. Come il 2013. Perché fondamentalmente il circo dei motori resta un business e bisogna preservarlo. Anche nell’interesse delle squadre, che nel Gruppo Strategia rappresentano uno dei tre vertici e pertanto sono responsabili della riforma nella stessa misura in cui sono responsabili la Fia e le società di Ecclestone.

È la logica dei soldi a spiegare anche l’altra rivoluzione, quella che invece ai tifosi è piaciuta di più: numeri fissi per tutta la carriera, ognuno si sceglie il suo, il campione del mondo usa il numero 1 se gli garba, gli altri pescano da 2 a 99.

Si alimenta di fatto quel senso d’appartenenza che la storia in certi casi epici già ha plasmato: tipo il 27 di Villeneuve, il 5 di Mansell. Ma si creano pure delle simbiosi potentissime che per il marketing valgono una cifra. Chiedi 46, ti rispondono Valentino Rossi.

Ecclestone, Fia, Mansell, V. Rossi, Vettel, Villeneuve,