2015, Ferrari cerca la fiducia di Alonso. E lui diffida: “Ne ho sentite tante”

giovedì 24 luglio 2014 · Mercato

Resta abbottonato: “Pensiamo solo a fare punti, il futuro è lontano. Ma ve lo ripeto, non ho parlato con altri team”. C’era una voce che lo voleva sulla McLaren al ritorno di Honda, un’altra di vecchia data che lo dava alla Red Bull. Ma Fernando Alonso oggi chiede soprattutto garanzie. E le chiede alla Ferrari.

James Allison in Germania svelava: “I nostri piloti sono venuti a Maranello per discutere i piani del 2015. Ci hanno dato degli input, come stanno facendo anche per le macchine di quest’anno. Kimi per certi versi è nuovo, ma Fernando ne ha fatti diversi di questi briefing”. Che non è detto l’abbiano convinto: “Andrebbe chiesto direttamente a lui”.

Eccola, allora, la risposta di Nando da Auto Motor und Sport: “Corro in Formula 1 da 14 stagioni, ne ho sentiti tanti di piani. A luglio e agosto ogni squadra si sente forte, a novembre anche di più, a gennaio dominano. Solo a febbraio si vedono i fatti”.

Rispetto all’epoca della stipula del primo contratto, tecnicamente adesso la posizione della Ferrari è più debole. Parecchio. Tant’è che Alonso su Diario AS aggiunge: “La Mercedes ha dimostrato che si può dominare anche nella nuova era, noi invece non abbiamo lavorato tanto bene con le nuove regole”.

Uno spiraglio comunque lo vede: “Non è come una volta, che era già tutto al limite. Io credo che lo step tra le macchine del 2014 e quelle del 2015 può essere consistente, più di quanto s’è visto in passato. È questa la speranza che abbiamo. Ma a luglio queste speranze ce le hanno tutti”.

Allison, Alonso, Ferrari, Hockenheim, Honda, Raikkonen,