Ricordi di Melbourne, nel 2002 l’incidente spettacolare tra Barrichello e Ralf Schumacher

mercoledì 15 marzo 2017 · Amarcord

Il record per la carambola più catastrofica nella storia della Formula 1 spetta al Gran Premio del Belgio del 1998: tredici macchine coinvolte in trecento metri dopo la curva della Source. Ma in graduatoria anche Melbourne è messa benissimo.

Comincia col botto – e che botto – la stagione del 2002: Ralf Schumacher con la Williams decolla sulla Ferrari di Barrichello, innesca una carambola che mette a tappeto altre sei macchine alla prima curva: Fisichella, Massa, Heidfeld, Button, Panis e McNish.

Concorso di colpa, evidentemente. Tant’è che la Fia non prende provvedimenti. Ma quelli sono anche altri tempi, i commissari sono meno severi, certi sgarri passano impuniti.

Ralf accusa Barrichello di avergli frenato davanti, la telemetria della Ferrari invece dimostra il contrario e cioè che Rubens addirittura la frenata l’ha ritardata per scongiurare la collisione. Piuttosto, Ralf si fionda come un toro verso la staccata per giocarsi il tutto per tutto:

Ho provato a entrare in profondità e lui mi ha chiuso la porta. Allora sono andato all’esterno e lui un’altra volta ha cambiato linea. Ho fatto un altro tentativo all’interno e lui mi ha chiuso ancora. Non mi lamento della frenata, mi lamento del fatto che si è spostato più volte.

Già, Barrichello non è esente da colpe perché le immagini dimostrano chiaramente che lui dagli specchietti tiene d’occhio le mosse di Ralf e agisce di conseguenza, si sposta prima a destra, poi a sinistra. Replicando insomma lo stile delle partenze che in quegli anni spesso e volentieri si vedono con Schumacher, l’altro, il più grande.

Barrichello · Ferrari · Fia · Melbourne · Schumacher ·