Questione di centimetri: la differenza tra il passo corto e il passo lungo a Monte Carlo

venerdì 26 maggio 2017 · Tecnica

Lo diceva Hamilton con una metafora atipica alla presentazione ufficiale a febbraio: la W08 Hybrid pare “una barca per quant’è grande, più larga, più lunga”. Adesso ci sono anche i numeri, in termini di passo, secondo i dati ufficiosi – cioè non sottoscritti dalle squadre – dal sito ufficiale della Formula 1, su fonte di Auto Motor und Sport.

Effettivamente è la Mercedes la più lunga, 3.760 metri d’interasse, quasi 17 centimetri più della Ferrari e 21 più della Williams che nella classifica è la più corta di tutte.

È un range insolitamente ampio, l’ulteriore dimostrazione del fatto che nel 2017 le squadre hanno preso direzioni diverse sull’interpretazione delle nuove regole.

Estremizzando: qualcuno è andato verso il passo lungo per questioni aerodinamiche per aumentare la portata d’aria verso diffusore, qualcuno verso il passo corto per favorire l’agilità nelle curve strette. O magari per ragioni di peso, visto che le squadre difficilmente stanno nei limiti e certi piloti – Hamilton è l’ultimo – rinunciano pure alle borracce.

Insomma parlando in via puramente ipotetica, per quel discorso sulla guidabilità nel lento, il passo andrebbe adattato di gara in gara se il regolamento lo consentisse. Dice James Key della Toro Rosso:

You’d take a long-wheelbase car to places like Spa and Silverstone to get a couple of benefits for braking and maybe high-speed corners. The shorter cars have slightly more manoeuvrability in low speed and so in places like Singapore, Hungary and, of course, Monaco, you’d want a shorter one.

Alla fine la Ferrari con il progetto del 2017 è andata verso una soluzione di compromesso, un passo più corto della Mercedes, comunque non il più corto in assoluto: “Ma a Monte Carlo – sminuisce Raikkonen – non basta avere il passo corto”. Non basta, ma aiuta. Tant’è che Hamilton una certa preoccupazione l’anticipava già al Gran Premio di Cina:

Our car is longer, so when we get to Monaco I don’t know how I’m going to get my car around some of those very, very tight corners.

Ferrari, Hamilton, Mercedes, Monte Carlo, Toro Rosso, Williams,