Toro Rosso toppa le verifiche, Hamilton salta la parata di Londra, la Formula 1 punta Copenaghen

giovedì 13 luglio 2017 · Snack news

Bocciati. La Toro Rosso rischia grosso, motivo e circostanze hanno dell’incredibile: alle verifiche tecniche a Silverstone i commissari hanno scoperto il danno a un cavo di ritenzione delle gomme sulla macchina di Sainz. La squadra per ragioni tutte da interpretare s’è rifiutata di ripararlo. Da qui la segnalazione alla Fia: presentare in sede di verifiche tecniche una macchina inammissibile è una violazione dell’articolo 12.1.1.b del Codice Sportivo. Peggio di quando Kobayashi denunciava su Facebook le condizioni pietose delle sospensioni della Caterham

Missing hero. Mancava solo Hamilton alla grande parata della Formula 1 a Londra. E s’è giustificato così: “Sento che sarà una stagione stancante, devo prepararmi nel migliore dei modi a questo weekend di Silverstone”. Ma gli altri sono tutti fessi?

Social generation. Liberty Media continua a colonizzare i social network: dopo l’autorizzazione alla diffusione di filmati e immagini ai test invernali, col weekend di Silverstone entra in vigore l’accordo promozionale con Snapchat per la diffusione di contenuti attraverso Discover. La sperimentazione verrà ripetuta anche a Singapore, Suzuka, Austin, Città del Messico, Interlagos e Abu Dhabi.

The apprentice. Kubica è reduce da un altro test con la Renault del 2012: dopo le prove di Valencia a giugno, martedì ha fatto 90 giri a Le Castellet. C’è un progetto serio “che va oltre la valutazione – svela Abiteboul della Renault – di cosa può fare e non può fare. Ma il fatto che i test siano positivi non vuol dire che correrà per noi l’anno prossimo”.

City race. Anche Copenaghen immagina la Formula 1 in città: c’è la bozza di un circuito che ricorda la proposta di Bangkok, ci hanno lavorato Tilke e Magnussen senior, ancora non è chiaro dove possano sorgere i box. L’ipotesi per il debutto è il 2020.

Lost in post. Per cinque giorni non s’è saputo che fine avesse fatto il trofeo del mondiale 2016 di Nico Rosberg. Una spedizione postale assicurata doveva recapitarlo al festival di Goodwood, ma là non c’è mai arrivato. L’ha svelato Rosberg a Londra.

Amarcord. Nelle prequalifiche a Silverstone il 13 luglio del 1977, Purley taglia la Becketts, sfonda le reti e piomba sul terrapieno, riporta un trauma cranico e un’infinità di fratture, ma sopravvive a uno schianto devastante che secondo il rapporto delle autorità inglesi lo sottopone a una decelerazione di 180 G. Il diario dei Gran Premi di F1WEB.it è disponibile in print-on-demand su ilmiolibro.it.

Fia, Hamilton, Kubica, Londra, Renault, Rosberg, Silverstone, Tilke, Toro Rosso,