Le qualifiche in Brasile, l’incidente di Hamilton, la pole di Bottas e la faida in Toro Rosso

sabato 11 novembre 2017 · Snack news

Il primo e l’ultimo. Pronti via ed è già colpo di scena, Hamilton al primo giro lanciato perde la corda alla Ferradura e sfascia la macchina in Q1: “Non ho una risposta, comunque mi prendo io la responsabilità”. In assenza del capitano, la pole la trova Bottas che batte Vettel di 38 millesimi. Praticamente la Mercedes apre e chiude la lista dei tempi a Interlagos.

Toro Rotto. C’è una faida in corso tra Toro Rosso e Renault sulla questione dei cedimenti dei motori del Messico e delle prove in Brasile. Renault sostiene che la squadra sta spremendo le unità, Toro Rosso attraverso un comunicato ufficiale replica con stizza: “Le impostazioni sono le stesse, niente è cambiato”. L’impressione è che la Regie stia impiegando Faenza come un banco prova per le novità da lanciare nel 2018.

Che manico. Settimo tempo, sesto per l’arretramento di Ricciardo. Ha tutte le ragioni del mondo, Alonso per esaltarsi: le McLaren sono ultime per velocità di punta, pagano 16 chilometri orari alle Force India.

Mundo criminoso. Uomini armati hanno assalito il furgone della Mercedes in uscita dal circuito, un altro agguato l’ha subito un veicolo della Fia. Lo chiamano il braccio violento delle favelas. La polizia ha rafforzato la misure di sicurezza, la Fia ha chiesto a staff e media di mettersi in borghese e rimuovere i pass di accesso alla pista per non dare nell’occhio.

Altrove. F1WEB.it l’anno scorso aveva raggiunto il direttore operativo della società che gestisce Zandvoort. All’epoca c’era uno studio di fattibilità in via di definizione prima di avanzare la candidatura per rientrare nel mondiale. La notizia della settimana è che quello studio ha dato riscontro positivo. Verstappen potrebbe correre in casa nel 2019.

Amarcord. L’11 novembre del 1997 Schumacher veniva depennato dalla classifica del mondiale per la carognata di Jerez su Villeneuve, i provvedimenti disciplinari non si estendono oltre, per la Fia “l’azione per quanto volontaria non è premeditata”. Il diario dei Gran Premi di F1WEB.it è disponibile in print-on-demand su ilmiolibro.it.

Alonso, Bottas, Fia, Hamilton, Interlagos, Mercedes, Renault, Toro Rosso,