A un passo dalla vittoria: i distacchi più corti nella storia della Formula 1

domenica 4 marzo 2018 · Statistiche

Un centesimo di vantaggio, ufficialmente è il distacco più esiguo nella storia della Formula 1, si registra a Monza nel 1971: è un arrivo al fotofinish, ma i cronometri dell’epoca non calcolano i millesimi per cui teoricamente c’è la possibilità che quel distacco sia più ampio. Ad ogni modo, sono tre in tutto i casi di margine sotto i due centesimi, undici sotto il decimo di secondo. Quando si dice perdere per un pelo.

  il vincitoreil secondo classificatoil distacco
Monza 1971Peter GethinRonnie Peterson0.01
Indianapolis 2002Rubens BarrichelloMichael Schumacher0.011
Jerez 1986Ayrton Senna Nigel Mansell0.014
Spielberg 1982Elio de AngelisKeke Rosberg0.050
Monza 1969Jackie StewartJochen Rindt0.08
Reims 1954Juan Manuel FangioKarl Kling0.1
Reims 1961Giancarlo BaghettiDan Gurney0.1
Montreal 2000Michael SchumacherRubens Barrichello0.174
Spielberg 2002Michael SchumacherRubens Barrichello0.182
Aintree 1955Stirling MossJuan Manuel Fangio0.2
Monza 1967John SurteesJack Brabham0.2

Dati da statsf1.com. Il diario dei Gran Premi di F1WEB.it è disponibile in riedizione a prezzo speciale in print-on-demand su ilmiolibro.it.

A. Senna, Barrichello, Brabham, Fangio, Mansell, Schumacher, Stewart, Surtees,