Dimagrire sui fianchi: Mercedes e Ferrari più snelle che mai nel 2018

giovedì 8 marzo 2018 · Tecnica

Le regole sono stabili, gli ingegneri limano le macchine dell’anno scorso. E cominciano dai fianchi perché quella è un’area in cui si può guadagnare parecchio. Anche due decimi sul giro secco.

Lo conferma James Allison sul sito della Mercedes, le modifiche delle pance rappresentano la principale area d’intervento nel 2018:

We’ve done an awful lot of work down there to try to make that car really, really slender. (…) It doesn’t look like much of a difference but actually when you add it all up it is something like 0.25 seconds just there!

Dimagrire sui fianchi, è la tendenza della nuova stagione. Ci ha lavorato pure la Ferrari: nel nome e nelle fattezze, la SF71H rappresenta lo sviluppo logico della macchina del 2017, ne riprende l’aerodinamica e in un certo senso l’estremizza. E Binotto alla presentazione ufficiale toccava pure lui l’argomento delle pance:

Sull’aerodinamica nel 2017 avevamo introdotto un concetto tutto nostro di pance laterali, si è trattato di provare a fare un ulteriore passo avanti.

Poi con le pance cambiano pure i bargeboard e tutte le appendici nella zona centrale della macchina. La Ferrari s’è spinta oltre, oggi perfino gli specchietti retrovisori sono asserviti alla legge di Bernoulli, sono scavati e spostano i flussi d’aria. Su certe soluzioni pure Maranello torna a fare scuola dopo anni in cui le idee geniali le hanno avute gli altri.

Allison, Binotto, Ferrari, Mercedes,