Gran Premio del Bahrain 2018 a Sakhir: chi ha vinto, chi ha perso, sintesi e statistiche

domenica 8 aprile 2018 · Race round-up

L’ordine d’arrivo. Vettel su Bottas e Hamilton, a punti Gasly, Magnussen, Hulkenberg, Alonso, Vandoorne, Ericsson e Ocon. Ritirati Ricciardo, Verstappen e Raikkonen.

Chi ha vinto. Vettel e la Ferrari per quella follia assurda di tirare fino al traguardo con le medie, Gasly che mette la Toro Rosso ai piedi del podio, la Formula 1 per un Gran Premio intensissimo sotto il profilo agonistico, Ecclestone per il coraggio di ripresentarsi nel paddock con la camicia griffata, col vecchio logo che la nuova proprietà ha rottamato.

Chi ha perso. Bottas che non mette in rete il sorpasso su Vettel all’ultimo giro, Liberty Media che ancora tiene in stand-by la trasmissione dei Gran Premi in streaming per problemi tecnici nonostante l’abbia annunciata in pompa magna un mese fa.

Le penalità. Sulla griglia di partenza cinque posizioni a Hamilton per sostituzione del cambio. In gara dieci secondi di stop-and-go a Hartley per l’incidente con Perez, trenta secondi di retrocessione a entrambi per non aver rispettato le posizioni nel giro di formazione, 50 mila euro di multa alla Ferrari per il disastro al pit stop di Raikkonen.

Pirelli dice. La gara conta 33 pit stop. Lo stint più lungo è proprio quello di Vettel, 39 giri su gomma morbida.

Le statistiche. Vettel marca la partenza numero 200 in Formula 1, Hamilton la numero 100 con Mercedes. Per trovare un altro doppio ritiro della Red Bull bisogna scorrere le pagine degli archivi fino al Gran Premio di Corea del 2010.

Il prossimo Gran Premio. Domenica 15 aprile a Shanghai, partenza ore 8:10, diretta esclusiva di Sky Sport, differita di TV8.

Bottas, Ecclestone, Ferrari, Gasly, Hamilton, Liberty Media, Pirelli, Sakhir, Vettel,