Alonso (ri)vince a Spa sotto la neve, Ferrari anticipa il motore evo e Toyota si fa il Nurburgring in casa

martedì 7 maggio 2019 · Snack news

La gloria, altrove. Sempre per Toyota e sempre in team con Buemi e Nakajima, sabato Alonso s’è aggiudicato la 6 Ore di Spa nel mondiale endurance. Tutto come un anno fa, con una sola differenza, e non da poco: le condizioni meteo, proibitive, praticamente glaciali, tanto che per neve la corsa è stata pure sospesa.

(Rin)corsa. Avrebbe debuttato in Canada a inizio giugno, invece con uno sforzo di sviluppo non indifferente la Ferrari anticipa di quattro settimane il primo upgrade del motore e lo porta a Barcellona. Pesa il distacco da Mercedes, ma forse c’entra anche l’anomalia sui consumi. Non a caso, al nuovo motore contribuisce Shell che mette a punto uno sviluppo del carburante. Dal sito della Ferrari, le parole di Binotto:

Shell, in close collaboration with our team, has developed a different formulation of race lubricant that will also be introduced with the new power unit, delivering increased performance.

Ring in salsa asiatica. Sull’isola di Honshu e precisamente dove una volta c’era il villaggio di Shimoyama, la Toyota ha un polo tecnologico presso il quale ha messo mano a un circuito di test che rappresenta la versione in miniatura del Nurburgring, una pista di 5.3 chilometri con cambi di elevazione per un dislivello complessivo di 75 metri. L’apertura è prevista per il 2023. Dice il presidente di Toyota:

Based on past experiences, we have replicated a variety of roads in the world at the new test course. We intend to develop the types of cars that epitomize the true joy of driving.

Formula rosa. E lo scorso weekend a Hockenheim s’è corsa pure la prima prova di W-Series, il campionato monomarca tutto al femminile, fortemente voluto dalla Fia con il patrocinio di David Coulthard, Adrian Newey, Dave Ryan e Matt Bishop. La vittoria è andata a Jamie Chadwick su Alice Powell e Marta Garcia.

Amarcord. Per recuperare il comando di una corsa che sente sua, Lorenzo Bandini sbatte con la Ferrari alla chicane del porto a Monte Carlo nel 1967, resta intrappolato per oltre tre minuti nelle lamiere che prendono fuoco, muore dopo tre giorni d’agonia. Appunti di Corsa è il diario dei Gran Premi di F1WEB.it, dal 1950 all’era moderna, in print-on-demand oppure ebook a prezzo speciale su ilmiolibro.it.

Alonso · Barcellona · Binotto · Ferrari · Fia · Hockenheim · Nurburgring · Shell · Toyota ·