Le qualifiche in Austria: Leclerc fa la pole, Hamilton è retrocesso, mentre Vettel resta in panne

sabato 29 giugno 2019 · Snack news

La riflessione. Il complottismo da divano e da tastiera rimedia due smentite mica da niente nel sabato di Spielberg. Uno: le gomme studiate apposta per Mercedes alla fine funzionano anche per Ferrari che fa la pole con Leclerc. Due: il raccomandato Hamilton quando sgarra viene punito come gli altri. Si apparecchia una griglia di partenza scoppiettante.

La pole. Con nuovo record della pista, la seconda di carriera per Leclerc, la quinta più bassa nella storia della Formula 1. Gira tutto nel verso giusto. Anche grazie agli aggiustamenti di assetto dopo la prima sessione di prove libere:

In FP1, I struggled a little bit then we did some changes and then from FP2 it was quite good and a big pleasure to drive this car on the limit.

L’altra metà del box. Vettel invece per avaria non fa nemmeno un giro in Q3 e si piazza decimo. La Ferrari rivela che la causa dello stop è riconducibile all’interruzione della linea pneumatica del motore. Seb alla fine guadagna una posizione a scapito di Magnussen che deve sostituire il cambio.

Filosofie di vita. Per ostruzione a Raikkonen, che in replica gli caccia il dito medio, Hamilton si prende tre posti di retrocessione, da secondo assoluto scivola in P5 che sempre per via di Magnussen diventa solo P4. Non fa piagnistei, non dice merda della Fia, accetta la sanzione e già guarda alla gara. Da Instagram:

Totally deserved the penalty today and have no problem accepting it. It was a mistake on my behalf and I take full responsibility for it. It wasn’t intentional. Anyway, tomorrow is another day and an opportunity to rise.

Alti e bassi. Un po’ per l’altitudine, un po’ per il caldo, Mercedes arretra di un decimo e mezzo rispetto alla prestazione dell’anno scorso. Bruscolini, d’accordo. Ma il dato è significativo – e lo fa notare Racefans – perché a Le Castellet, una settimana fa, le frecce sul giro secco sono andate 1.7 secondi meglio che nel 2018.

Amarcord. Schumacher si gira al Nurburgring il 29 giugno del 2003 per resistere a Montoya, i commissari l’aiutano a rientrare per toglierlo da una posizione pericolosa. Appunti di Corsa è il diario dei Gran Premi di F1WEB.it, dal 1950 all’era moderna, in print-on-demand oppure ebook a prezzo speciale su ilmiolibro.it.

Ferrari, Fia, Hamilton, Leclerc, Mercedes, Raikkonen, Schumacher, Spielberg, Vettel,