Le prove libere in Texas, il casco speciale di Ricciardo e le nozze di Fca con Peugeot

venerdì 1 novembre 2019 · Snack news

I risultati. Non piove, ma è piuttosto freddo ad Austin dove la Formula 1 corre il terzultimo appuntamento del mondiale. Su un circuito pieno di sconnessioni: “È folle, non credo sia sicuro”, parole di Hamilton. Che intanto fa il miglior tempo davanti a Leclerc e Verstappen.

L’occhio digitale. La Fia ha installato i sensori per il rilevamento automatico delle escursioni oltre il cordolo alla curva 19, dove i piloti normalmente si prendono qualche libertà sulle traiettorie. Il sistema automaticamente determina la cancellazione del tempo. Ci sono caduti Albon, Leclerc, Gasly, Hamilton, Kvyat, Magnussen, Norris, Russell, Stroll, Verstappen e Vettel.

The blunderer. Per la gara di casa, l’Haas sperimenta una nuova ala anteriore. Che Grosjean distrugge per un’uscita di pista. Lo sviluppo dell’auto resta un vicolo cieco, Steiner ammette che il reparto tecnico non ha mai inteso le regole del 2019:

With this new front wing, it was a big change in the regulations. As little as it seems, it really was something different the new front wing, and we went the wrong direction.

Menzione speciale. Il casco più bello del weekend l’indossa Ricciardo, riproduce con tanto di mentoniera a gabbia quello dei Texas Longhorn, una delle squadre universitarie del Texas nel raggruppamento della Big 12 Conference.

Mercato, 1. Sulle formazioni di Red Bull e Toro Rosso – anzi, Alphatauri – per il 2020, fa retromarcia Marko. Dice che annunciare la scadenza delle trattative per il Messico “è stato un errore”. Albon svela: “Dobbiamo ancora sederci al tavolo”.

Mercato, 2. Nel frattempo Hulkenberg è ancora a piedi. Radiobox lo dà all’Alfa Romeo, lui per certo esclude di tornare alla Williams: “Non sono il pilota giusto per loro”. E loro, sono la squadra giusta per qualcuno?

Affare fatto. C’è l’intesa fra Fca e Peugeot per una fusione paritetica, “un matrimonio alla pari – scrive La Stampa – per dare alla luce il quarto gruppo automobilistico mondiale”. Elkann assicura che “governance e gestione saranno equilibrate”. A giugno Fca ha cercato l’accordo con Renault, poi ha ritirato l’offerta per via dell’eccesso di cautela del governo francese e dell’ostilità di Nissan.

Amarcord. Il 1° novembre del 2009 la Formula 1 scopre Abu Dhabi, la variante extra lusso di Monte Carlo, l’ostentazione della ricchezza a due passi dal parco tematico della Ferrari. Appunti di Corsa è il diario dei Gran Premi di F1WEB.it, dal 1950 all’era moderna, in print-on-demand oppure ebook su ilmiolibro.it.

Abu Dhabi, Albon, Alfa Romeo, Alphatauri, Austin, Elkann, Fca, Fia, Grosjean, Haas, Hamilton, Hulkenberg, Leclerc, Marko, Peugeot, Red Bull, Ricciardo, Steiner, Toro Rosso, Verstappen, Williams,