Quel cavallo come la Ferrari, il rinnovo di Giovinazzi con l’Alfa e le boiate di Villeneuve

lunedì 11 novembre 2019 · Snack news

Un cavallo per papà. Nella prova di freestyle al galà di chiusura di Fieracavalli a Verona, sabato sera s’è esibita Gina Maria, 22 anni, la figlia di Michael Schumacher: lei con tuta e casco di papà, il cavallo bardato come fosse la Ferrari, con tanto di ala posteriore.

Tanto per scrivere. Mentre in Texas si correva, un certo sito riportava che Hulkenberg fosse in trattativa con l’Alfa, lunedì l’Alfa invece confemava Giovinazzi per il 2020. Certi scoop hanno le gambe corte.

Tanto per parlare. E chi non perde mai un’occasione per stare zitto è Jacques Villeneuve. L’ultima, ai suoi amici di SkyItalia: “Se può anche guidare per la Ferrari, allora sarà davvero una leggenda”. Infatti Senna, Stewart e Clark che la Ferrari non l’hanno mai guidata non sono nessuno…

La risposta. Per effetto di un provvedimento disciplinare per un episodio all’ultimo giro, Kvyat ad Austin ha perso il piazzamento a punti. Esattamente come in Messico. Di qui la sua rabbia, ma la Fia tramite Masi è categorica:

He went for the late-braking manoeuvre, contact resulted, so the stewards had a look at it, got all the vision and made their determination.

C’eravamo tanto odiati. Andretti corteggia Alonso per un’altra Indy 500, la prima con la nuova gestione del campionato e del catino di Indianapolis. Ma ammette: “Molte cose devono accadere”. O cambiare: per esempio i rapporti tra Matador e l’Honda che dovrebbe mettere il motore.

Amarcord. L’11 novembre del 1997, Schumacher viene ufficialmente depennato dalla classifica del campionato mondiale del 1997 per la carognata di Jerez su Villeneuve. Appunti di Corsa è il diario dei Gran Premi di F1WEB.it, dal 1950 all’era moderna, in print-on-demand oppure ebook su ilmiolibro.it.

Alfa Romeo, Alonso, Austin, Fia, Giovinazzi, Honda, Hulkenberg, Indianapolis, Kvyat, Masi, Mercedes, Schumacher, Villeneuve,