Il contratto di Verstappen, le novità a Le Castellet, il coronavirus e quel precedente della sars

giovedì 30 gennaio 2020 · Snack news

Mercato. Anche Verstappen s’è sistemato per il futuro. E s’è sistemato bene: Red Bull all’inizio di gennaio l’ha bloccato fino al 2023, in linea con la mossa d’anticipo che la Ferrari ha giocato per Leclerc appena prima di Natale. L’impressione è che ci fosse corte serrata da parte di Mercedes per organizzare la successione a Hamilton.

Emergenza globale. La Fia e Liberty Media stanno monitorando con le autorità cinesi la diffusione del coronavirus: a Shanghai il 19 aprile è in programma il Gran Premio di Formula 1, ma la prospettiva è che la gara, nell’interesse delle squadre e degli addetti ai lavori, venga posticipata. Sempre che il calendario già fitto ne permetta l’inserimento più avanti. Il dubbio chiaramente riguarda anche GT e Formula E. Nel frattempo la federazione internazionale dell’atletica ha rinviato al 2021 i campionati mondiali indoor di Nanchino, a seicento chilometri da Wuhan, la città del focolaio.

Arieccolo. A novembre Renault annunciava di ripescare Pat Fry che a Enstone c’era stato nel 1992 come ingegnere, prima di passare con McLaren, poi Ferrari fino al 2014, quindi Manor e nuovamente McLaren. Trascorso il periodo obbligatorio di gardening leave, Fry è operativo dal 5 febbraio, con incarico specifico dello sviluppo del telaio.

Cambio al vertice. Eric Boullier, ex Renault e McLaren, è il nuovo direttore delle operazioni per il Gran Premio di Francia a Le Castellet. Nell’intervista per Racefans.net svela che c’è un piano per la modifica delle curve nel primo settore.

Oltre l’oceano. Invece manca ancora la quadra sul Gran Premio di Miami del 2021: Liberty assicura che c’è un accordo, Motorsport Network continua a fare propaganda per la città dove ha la base, ma il comitato che promuove la corsa deve ancora vincere l’ostruzione dei residenti, tant’è che ha dovuto ulteriormente modificare il disegno del tracciato per confinarlo alle strade private intorno allo stadio.

Vintage. E sempre dall’America arriva la notizia che andrà nuovamente in produzione la De Lorean, in piccola serie e con pezzi di ricambio originali. Costerà centomila dollari. È l’auto che ha viaggiato nel tempo nella saga di Ritorno al Futuro, ma c’è un nesso anche con la Formula 1 perché a quel progetto aveva collaborato la Lotus, prima che Chapman scomparisse.

Amarcord. Le ricerche dicono che c’è forte somiglianza tra coronavirus e virus della sars. E con la sars nel 2003 ha fatto i conti pure la Formula 1: a marzo dopo la gara in Malesia presentavano sintomi sospetti Wurz e un giornalista di Itv che avevano fatto scalo a Singapore per rientrare in Europa. Appunti di Corsa è il diario dei Gran Premi di F1WEB.it, dal 1950 all’era moderna, in print-on-demand oppure ebook su ilmiolibro.it.

Boullier, Chapman, Ferrari, Fia, Formula E, Hamilton, Le Castellet, Leclerc, Liberty Media, Lotus, Mercedes, Miami, P. Fry, Red Bull, Renault, Shanghai, Verstappen, Wurz,