Nascono le altre (dopo la Ferrari), salta la gara in Cina, l’Indycar mette l’aeroscreen

venerdì 14 febbraio 2020 · Snack news

Eccola. San Valentino porta la prima della classe, si chiama W11 la Mercedes di Hamilton e Bottas per il 2020. L’elemento più interessante, perlomeno per quanto è possibile vedere dall’esterno, sono le fiancate: strettissime. Segno che il lavoro sul raffreddamento del motore ha dato buoni frutti. Le parole di Andy Cowell:

At the beginning of last year, the cooling capacity of our car was insufficient, which resulted in some challenging races.

Mercato. E Vandoorne, che per Mercedes dal 2019 già seguiva lo sviluppo al simulatore, diventa terza guida alla pari di Gutierrez.

L’altra. Con la Mercedes si completa il quadro delle prime della classe: mercoledì i veli sono caduti dalla Red Bull che sostanzialmente risponde con un’evoluzione dell’auto del 2019, ma adotta una feritoia misteriosa sulla punta del musetto.

Pubblicità incrociata. Nel frattempo, all’Hangar 7 di Salisburgo nasce l’Alphatauri, l’ex Toro Rosso che promuove la casa di moda della Red Bull. E la presentazione dell’auto ovviamente è l’occasione per svelare la collezione primavera-estate. Roba che nemmeno Briatore ai tempi della Benetton…

Emergenza sanitaria. Dopo i mondiali di atletica indoor e la Coppa del Mondo di sci, il nuovo coronavirus ferma anche il Gran Premio a Shanghai che doveva tenersi il 19 aprile: Fia e Liberty contano di recuperarlo, il punto è che il calendario è fittissimo.

Protezioni alternative. La Formula 1 ha scelto l’halo nel 2018, l’Indycar invece da quest’anno adotta l’aeroscreen, il cupolino che Red Bull aveva provato a Sochi nelle libere nel 2016. Il debutto ai test di Austin.

Amarcord. Il 14 febbraio del 1997, sulla McLaren brillava per la prima volta l’argento della Mercedes, in occasione della presentazione ufficiale… con le Spice Girls. Appunti di Corsa è il diario dei Gran Premi di F1WEB.it, dal 1950 all’era moderna, in print-on-demand oppure ebook su ilmiolibro.it.

AlphaTauri, Austin, Benetton, Bottas, Briatore, Fia, Gutierrez, halo, Hamilton, Indycar, Liberty Media, McLaren, Mercedes, Red Bull, Shanghai, Toro Rosso, Vandoorne,