Gran Premio di Toscana 2020 al Mugello: chi ha vinto, chi ha perso, sintesi e statistiche

lunedì 14 settembre 2020 · Race round-up

Tre partenze, una maxi carambola in rettilineo, una corsa tribolata per incidenti e bandiere rosse, ma el segna semper lu: scivolava sul semaforo dei box a Monza, si riprende lo scettro al Mugello nel giorno della festa untuosa della Ferrari, sulla pista da vecchia scuola dove servono le palle, ma tristemente c’è un solo punto di sorpasso.

L’ordine d’arrivo. Hamilton su Bottas e Albon, a punti Ricciardo, Perez, Norris, Kvyat, Leclerc, Raikkonen e Vettel. Ritirati Gasly, Verstappen, Sainz, Giovinazzi, Magnussen, Latifi, Ocon e Stroll.

Il pasticciaccio. Alla ripartenza dopo la prima safety car c’è un tira e molla incosciente di frenate e accelerazioni nelle retrovie, sul rettilineo peraltro, perché la linea del traguardo è parecchio in avanti rispetto all’ultima curva. Il risultato è un maxi incidente in cui Giovinazzi rischia di capottare. La Fia decide per un’ammonizione di gruppo a Magnussen, Kvyat, Latifi, Albon, Stroll, Ricciardo, Perez, Norris, Ocon, Russell, Giovinazzi e Sainz.

Chi ha vinto. Hamilton, che non lascia niente a nessuno. Quando gli dicono che il giro record ce l’ha Bottas, lui d’istinto replica e fa suo pure quello. Del circuito dice:

I personally love it, I don’t know how it was for the racing but it was one of the toughest tracks to drive. I would love to come back.

Chi ha perso. La Ferrari: ottava e decima in una gara a 12 classificati, nessun aggiornamento tecnico in due mesi, un ex campione del mondo in emigrazione, un patto con la Fia a chiudere una grana sospetta, un presidente invisibile e Binotto che nega la crisi. La ricorrenza dei mille Gran Premi in Formula 1 forse non andava nemmeno festeggiata, per una questione di decoro.

Le statistiche. Lo sanno pure le pietre ormai: la gara del Mugello è la numero 1000 della Ferrari da quando esiste il campionato di Formula 1. Invece Hamilton è il nuovo primatista per numero di arrivi a punti, 222.

Amarcord. Per le celebrazioni di rito – oltre che per la Formula 2 – al Mugello c’era anche Mick Schumacher: come già un anno fa a Hockenheim, ha girato sulla F2004 di papà Michael che su quell’auto ha vinto l’ultimo mondiale. Appunti di Corsa è il diario dei Gran Premi di F1WEB.it, dal 1950 all’era moderna, in print-on-demand oppure ebook su ilmiolibro.it.

Binotto, Bottas, Ferrari, Fia, Giovinazzi, Hamilton, Mugello, Schumacher, Vettel,