Quel campionato finito tardissimo nel 1962: la prima volta a East London, la prima laurea di Hill

martedì 29 dicembre 2020 · Amarcord

Per quanto stravolto nel calendario, il 2020 batte solo il record dell’inizio più avanzato. Per estensione temporale la stagione più corta resta quella del 1952. E per collocazione dell’ultima gara, il primato resta al 1962.

Di tutte, quella è la stagione che finisce più tardi: è il 29 dicembre, la Formula 1 gira per la prima volta in via ufficiale a East London, Sudafrica, latitudine 27 gradi a sud dell’equatore, dentro un anfiteatro naturale che dà sull’oceano, su una pista drasticamente accorciata rispetto allo stradale smisurato degli anni Trenta.

La Ferrari è assente non avendo niente da giocarsi. Clark fa la pole position, ma abbandona per una perdita d’olio. Graham Hill intasca vittoria e campionato, il primo.

La sua è una favola che si avvera: frequentava gli istituti tecnici, s’era fatto assumere da Smiths Instruments come ingegnere apprendista e da ingegnere s’era arruolato in marina, nel 1954 aveva pagato cinque scellini per guidare a Brands Hatch, poi era finito a fare il meccanico alla Lotus.

Quell’anno si aggiudica quattro gare – anche Zandvoort, Nurburgring e Monza – totalizzando 12 punti più di Clark. Con lui, è iridata anche la Brm:

La proposta di correre per loro era stata un lampo meraviglioso nel mio grigiore quotidiano. Vivevo nelle corse eppure mi annoiavo. Avevo perso anche l’umorismo.

Clark, Ferrari, Hill, Lotus,