Hamilton e Mercedes, c’è il contratto (finalmente). Ma copre solo il 2021, con tanti dubbi

martedì 9 febbraio 2021 · Mercato

Alla fine ha firmato, ma questa dilatazione dei tempi – questa penna che non si trovava, come avrebbe detto Bernie Ecclestone – qualche dubbio nel frattempo l’ha alimentato. E l’ha lasciato, dal momento che il nuovo contratto fra Hamilton e la Mercedes copre, di comune intesa, solo il 2021.

Wolff sostiene che il ritardo della trattativa è dovuto esclusivamente al fatto che Hamilton s’è preso il coronavirus dopo il Gran Premio del Bahrain, nella settimana in cui la squadra aveva programmato gli incontri sul rinnovo:

Because we kept it very late, we wanted to discuss the contract at the end of the season between the Bahrain races, and then Lewis obviously didn’t feel well.

At the end we started out negotiation conversation just before Christmas.

Ammesso che la conti giusta, resta il fatto che questa contrattazione ha patito rinvii su rinvii. Evidentemente perché Hamilton da parte sua comincia a pensare seriamente di fermarsi, come Schumacher nel 2006, l’ultimo alla Ferrari. Entrambi ancora fortissimi, in riserva di motivazione comunque.

Si spiega così questo addendum di un anno appena. Non altrimenti. Non il cambio di regole che cita Wolff, non l’opzione della Mercedes su Verstappen, non il veto sui compagni di squadra, non la pretesa sui proventi della Fom. Sempre Wolff: “Il mondo sta cambiando”. Anche Hamilton, questo sì.

Hamilton, Mercedes, Schumacher, T. Wolff, Verstappen,