Test compressi: Verstappen su Tsunoda. Ma c’è un centrocampo affollato e disordinato

lunedì 15 marzo 2021 · Test

La coppa dei test di Sakhir – compressi in tre giorni, pure ostacolati dalle tempeste di sabbia, nel weekend in cui la Formula 1 avrebbe gareggiato in Australia peraltro – la porta a casa Verstappen. Ma per 93 millesimi non ci scappa la bomba e il record non lo fa Tsunoda sull’Alpha Tauri. Che giustamente se la ride: “Una bella giornata. Proprio una bella giornata”.

L’ammissione di Hamilton: “Sembra forte la Red Bull, ma anche McLaren e Alpine sono messe bene. È esaltante, significa più spettacolo”.

Non calcola la Ferrari, perlomeno non ancora. Binotto comunque ribadisce che la sua impressione sui segnali di ripresa è confermata dalla pista: “La macchina è valida. La Ferrari è migliorata in tante aree rispetto all’anno scorso, sui rettilinei non siamo più in svantaggio”.

Per quanto conti, Sainz è terzo, Leclerc è decimo. Senza forzare, più che altro per capire se le magagne della SF1000 fossero veramente roba di un anno fa. E sembra di sì: “I dati che abbiamo raccolto – pariole di Leclerc – sono correlati con quelli che avevamo a Maranello prima dei test”.

Nella classifica aggregata c’è un centrocampo affollato. Al punto che manco si può definire centrocampo: “È tutto il campo”, dice Budkowski dell’Alpine.

Soprattutto, bisogna capire di che male soffre la nuova Mercedes, che fa pochi chilometri e rompe il cambio: “Non sembra che siano così a posto come un anno fa”, si lascia scappare Norris.

In coda, l’Aston Martin: Vettel nella nuova tuta è quello che mette insieme meno giri di tutti: “È promettente, ma devo abituarmi”. Non solo lui.

Alpha Tauri, Alpine, Aston Martin, Binotto, Ferrari, Hamilton, Leclerc, McLaren, Mercedes, Norris, Red Bull, Sainz, Sakhir, Tsunoda, Verstappen, Vettel,