Le qualifiche di Barcellona: Hamilton fa 100 pole, Mazepin (non) viene retrocesso e Tsunoda sbrocca

sabato 8 maggio 2021 · Snack news

Cento di queste pole. È arrivato il numero tondo, la pole di Barcellona è la numero 100 di Hamilton. Al di là dei record, una pole che la Mercedes s’è dovuta sudare e conquista per 36 millesimi appena sulla Red Bull di Verstappen.

Gli altri. Solo Bottas sta (quasi) sui tempi della prima fila. Poi c’è oltre mezzo secondo prima di trovare la Ferrari di Leclerc in P4. Fortunosamente peraltro, perché secondo i calcoli dell’Alpine quella posizione era di Ocon se non fosse sopraggiunto un problema di accensione nell’ultimo giro lanciato.

Perché Perez non si sentiva in forma? Perché aveva un dolore alla spalla sinistra, che è andato via via aumentando durante la sessione: “Non ho fatto un solo giro buono tutta la giornata”.

Perché Mazepin è stato retrocesso di tre posti? Perché ha ostacolato Norris in Q1. Non cambia la griglia: Mazepin da ultimo resta ultimo, ma perde un punto di superlicenza. I commissari comunque riconoscono la corresponsabilità di Schumacher e Raikkonen.

Perché Tsunoda si è dovuto scusare con il team? Perché dopo l’eliminazione in Q1, nelle interviste aveva lasciato intendere che Gasly venisse favorito dall’Alpha Tauri con setup e materiale diverso. A mente fredda, e chiaramente catechizzato dallo staff, scrive:

I am very fortunate to have a group of such talented and hardworking people working on my car and wanted to apologise to the team for my comments today. I couldn’t maximise the potential of the car and was frustrated with myself.

Altrove. Intanto a Monte Carlo c’era Formula E, per la prima volta sul tracciato da Gran Premio completo dopo che nelle passate edizioni aveva usato configurazioni più brevi. Ha vinto da Costa, passando Evans all’ultimo giro.

Alpha Tauri, Alpine, Barcellona, Bottas, Ferrari, Formula E, Gasly, Hamilton, Leclerc, Mazepin, Mercedes, Norris, Ocon, Perez, Raikkonen, Red Bull, Schumacher, Tsunoda, Verstappen,