Furbo o pollo? Leclerc a Monte Carlo sbatte alle piscine, chiude la sessione e congela la pole

sabato 22 maggio 2021 · Gran Premi

Verstappen resta con un pugno di mosche, la bandiera rossa chiude in anticipo la sessione di qualifica e gli nega il giro per la pole: “Ma ce l’avevo, peccato”. Ovviamente non ci crede alla teoria che Leclerc sia andato a sbattere di proposito, per congelare la classifica: “Quando spingi, è normale”.

Rosberg nel 2014 si tiene la pole provocando le bandiere gialle con un lungo al Mirabeau e gli va bene, Schumacher nel 2006 parcheggia alla Rascasse e gli va male. All’epoca, Ecclestone saggiamente osserva: “Poteva farlo meglio, doveva almeno prendere il guard rail”.

Sotto quest’aspetto, Leclerc perlomeno è credibile, lui l’auto la mette proprio a muro: “Se volevo farlo apposta, lo facevo in modo meno duro”.

Perché se c’è l’intenzionalità, allora più che furbo è pollo: il danno è serio, la Ferrari è messa male, lo schianto alla seconda chicane delle piscine sfascia le sospensioni del lato destro, danneggia la scocca e assesta un brutto colpo alla scatola del cambio.

Che rischia di non reggere tutto il Gran Premio, 78 giri per oltre tremila cambiate. Tant’è che Binotto da subito sceglie la via della cautela:

We will not gamble. What’s important after such a quali is to try to maximise the number of points for the championship.

We need to finish the race, so reliability is key and priority. So if we have any doubts, we will certainly change and fix.

Una nuova trasmissione costa cinque posizioni di retrocessione, praticamente compromette il risultato. La squadra per le prime verifiche impiega quasi quattro ore. Poi scrive:

The first analysis carried out on the gearbox showed no serious damage. Further checks will be carried out tomorrow morning, when a final decision will be made regarding the use of this unit in the race.

Intanto Leclerc e il popolo rosso vanno a letto con un dubbio grosso così.

Binotto, Ferrari, Leclerc, Monte Carlo, Rosberg, Schumacher, Verstappen,