Leclerc, Schumacher e gli altri: ecco chi ha fatto la pole position… e poi non è partito

mercoledì 26 maggio 2021 · Amarcord

Fa ancora male il forfait del Gran Premio di Monaco, nel weekend in cui la Ferrari segnava la prima pole position dopo un anno e mezzo di astinenza e sofferenza: “E non capita mica tutti i giorni di avere un’occasione del genere a Monte Carlo“, appunta Leclerc, non il primo che conquista una pole e poi non la vede. Questi i precedenti.

Buenos Aires 1975. Jean Pierre Jarier rompe il cambio della Shadow nel giro di formazione e non prende il via, in testa allora viene promosso Pace sulla Brabham. Ma la corsa la vince Emerson Fittipaldi sulla Lotus.

Hockenheim 1982. Pironi nella sessione di venerdì segna il giro record che gli vale la pole provvisoria. Sabato piove, nessuno migliora. Ma proprio Pironi impatta contro la Renault di Prost che è nascosta dalla nube d’acqua della Williams di Daly: resta intrappolato nella scocca, con le gambe straziate, i medici gli risparmiano l’amputazione, ma la carriera in auto è segnata.

Magny Cours 1996. La Fia durante le qualifiche scova la Ferrari di Irvine con i deflettori fuori tolleranza. Schumacher sull’altra rossa ha già la pole, la Scuderia tira giù le saracinesche e lavora a porte chiuse, poi fa controllare l’auto che risulta a norma. Ma nella notte qualcuno fa circolare le immagini del confronto tra le due versioni dei deflettori, prima e dopo l’intervento dei meccanici. La Williams promette un esposto. Poi Schumi polverizza il motore nel giro di formazione, il pericolo di un reclamo è scongiurato, i dubbi diventano certezze.

Indianapolis 2005. È la gara dello stop dei gommati Michelin perché i pneumatici del Bibendum non reggono la soprelevata: dopo il giro di formazione tutte le auto che montano le gomme francesi parcheggiano ai box, Trulli sulla Toyota non sfrutta mai quella pole.

Autopromozione. La Formula 1 giorno per giorno è Appunti di corsa, in print-on-demand oppure ebook su ilmiolibro.it.

Buenos Aires, Ferrari, Fia, Fittipaldi, Hockenheim, Indianapolis, Irvine, Leclerc, Magny Cours, Michelin, Pironi, Prost, Schumacher, Trulli, Williams,