Le qualifiche a Budapest, la pole di Hamilton, la granfiata di Grosjean, gli anta di Alonso

sabato 31 luglio 2021 · Snack news

Buon divertimento. Arriva a Budapest l’onda lunga dell’incidente di Silverstone e del rigetto del riesame: i tifosi di Verstappen fischiano la pole di Hamilton, da parte sua Verstappen esce innervosito dalle interviste coi giornalisti che insistono a stuzzicarlo sul giudizio della Fia. Il pubblico prepara i pop corn.

La griglia di partenza. Mercedes può fare gioco di squadra, Hamilton e Bottas hanno la prima fila, Verstappen e Perez la seconda. Il sito ufficiale della Formula 1 titola: “Altri potenziali fuochi d’artificio al primo giro“.

Qui Maranello. Binotto l’anticipava: la Ferrari affronta Budapest senza pretese. E infatti in qualifica non brilla: Leclerc è settimo, a un secondo dalla pole; Sainz esce per incidente in Q2, “per via del vento”, dice.

Tweet e risposta. Il giro di lancio di Hamilton, lento, pare abbia disturbato Verstappen, che comunque una volta tanto non cavalca la polemica. Sicuramente nega a Perez l’ultimo giro veloce. Grosjean via Twitter scrive: “Se l’ha fatto apposta, non è bello”. Hamilton replica: “È così stupido, andavano tutti lenti, non li guardi gli altri? Non capisco”.

La voce del leader. Hamilton intanto guarda anche oltre il paddock, perché l’Ungheria deve esprimersi con un referendum sulla legge inerente la propaganda lgbt, già al centro di un braccio di ferro con l’Unione Europea. Come già in difesa delle discriminazioni razziali, Hamilton prende posizione: “Tutti meritano libertà di essere se stessi”. Vettel è dalla sua.

Buon compleanno. Nel weekend del Gran Premio d’Ungheria, Fernando Alonso entra negli -anta. Alle domande della stampa risponde:

I am super-fit and 200%. It is another number. I will eat some cake. Apart from that, it will be a very normal weekend. I feel 25. Whatever number it says in the passport is not what I feel.

Il re tedesco. Netflix ha preparato un documentario su Michael Schumacher. Sarà online dal 15 settembre, è l’unico con il consenso della famiglia.

Altrove. Si corre la 24 Ore di Spa, un incidente al Raidillon ha coinvolto quattro vetture. L’organizzazione riferisce che Aitken e Rigon hanno dovuto sottoporsi a controllo anche in ospedale, oltre che al centro medico del circuito.

Amarcord. Il 31 luglio del 2011, a Budapest su asfalto misto, Button vince alla duecentesima partecipazione. La Formula 1 giorno per giorno è Appunti di corsa, in print-on-demand oppure ebook su ilmiolibro.it.

Aitken, Alonso, Binotto, Bottas, Button, Ferrari, Grosjean, Hamilton, Leclerc, Mercedes, Perez, Rigon, Sainz, Schumacher, Twitter, Verstappen, Vettel,