Red Bull con quella livrea speciale (da gelataio) che omaggia l’Honda a Istanbul

giovedì 7 ottobre 2021 · Paddock

Le Olimpiadi sì, la Formula 1 no. La coda della pandemia da coronavirus impone l’ennesima revisione del calendario: sarebbe stato il weekend del Gran Premio del Giappone anziché quello del Gran Premio di Turchia, e l’Honda questo saluto di commiato l’avrebbe celebrato in casa e sulla sua pista, per giunta.

Alla Red Bull è sembrato carino presentare comunque un omaggio, livrea dell’auto e tute bianche che fanno tanto nippo e anche tanto gelatai. Dice Christian Horner:

We had all been looking forward to giving Honda’s Japanese fans a chance to celebrate our extremely successful relationship in Formula 1, on home soil at Suzuka.

With the race falling victim to the pandemic, we just couldn’t let the weekend pass without paying tribute to Honda and its amazing home fans by bringing a little bit of its heritage to Istanbul.

Finisce una collaborazione comunque proficua che riporta la casa dell’acca a vincere nella massima serie dopo tre anni da incubo sotto il tetto della McLaren, 13 volte con Red Bull, una anche con l’Alpha Tauri, per un totale di 39 piazzamenti a podio e quasi 1800 punti.

Numeri che comunque non dicono tutto: a Red Bull Powertrains restano in eredità i diritti di proprietà intellettuale di un ibrido niente male per l’anno venturo, grazie al paracadute furbissimo – ma condiviso – del congelamento dei motori, ai fini di quella “transizione fluida”, come la chiama Horner, verso lo status di costruttore completo.

Alpha Tauri, coronavirus, Honda, Horner, Istanbul, Red Bull, Suzuka,