Record di Hamilton e non solo: le statistiche note (e meno note) della Formula 1 nel 2021

giovedì 30 dicembre 2021 · Statistiche

Ci sono sempre due modi per raccontare uno sport: attraverso i fatti e attraverso i numeri. Che non mentono mai: queste le statistiche di fine anno, in aggiunta a quelle della vigilia. Serie o curiose, ma anche irrilevanti.

Il re nero. Gli sfugge il piatto grosso, ma Hamilton nel 2021 porta a casa altri primati: supera quota 100 per numero di pole e vittorie, conquista per l’ottava volta Silverstone e toglie un altro record a Schumacher, il numero di giri percorsi al comando di un Gran Premio.

Quelli che non hanno età. Il podio composto da Hamilton, Bottas e Verstappen è il più visto della storia, in tutto 20 apparizioni. Per esempio, a Barcellona c’erano loro per il quarto anno di fila.

Inseparabili. Hamilton e Bottas si separano dopo 100 corse insieme, sono la seconda coppia più longeva di tutti i tempi, dopo Schumacher e Barrichello che li battono di 4 gare.

Primati indesiderati. Nella classifica di chi ha conquistato più punti senza mai vincere una gara, adesso in testa c’è Sainz a 536.5, davanti ai 521 di Hulkenberg.

Bandiera rossa. A Monte Carlo, l’incidente di Leclerc chiude in anticipo la qualifica e congela la pole. Che lui però non vede, perché domenica non va a schierarsi, per guasto tecnico. Ci sono solo quattro precedenti.

Avanti un altro. In cinque edizioni, Baku ha visto sempre vincitori diversi: Rosberg nel 2016, Ricciardo nel 2017, Hamilton nel 2018, Bottas nel 2019 e Perez quest’anno.

Nessuno escluso. Arrivano tutti al traguardo, a Le Castellet, a Spa e Istanbul. Nella Formula 1 recente non è nemmeno così raro come una volta: nell’era turbo ibrida è capitato addirittura otto volte.

Questione di centimetri. Il più alto in pista era Ocon, 1 metro e 86. Tsunoda invece il più basso, 1 metro e 59. La coppia più alta ce l’aveva la Williams, 1 e 85 sia Russell che Latifi.

Baku, Barcellona, Bottas, Hamilton, Hulkenberg, Istanbul, Latifi, Le Castellet, Leclerc, Monte Carlo, Ocon, Perez, Russell, Sainz, Schumacher, Silverstone, Tsunoda, Verstappen, Williams,