Ma Vettel che fa la morale al presidente Mattarella sulle Frecce Tricolori a Monza, anche no

lunedì 12 settembre 2022 · Off topic

Si torna al protocollo classico dopo due anni di restrizioni per pandemia. Vip nei box e sulla griglia di partenza, la passerella dei politici nei box, l’inno nazionale prima del via, il consueto passaggio delle Frecce Tricolori e la novità del primo volo dell’airbus A350 di Ita Airways, con la livrea dedicata a Enzo Ferrari.

A Monza per l’occasione c’è per la prima volta il presidente Mattarella, Vettel dopo l’inno va a stringergli la mano. Ma poi coi giornalisti mette in piedi una polemica, lo riferisce Racefans.net:

I heard the president of Italy was insisting to have the fly-by. I mean, he’s about 100 years old, so maybe it’s difficult for him to let go of these kind of ego things.

Praticamente secondo Vettel l’organizzazione si piega al presidente della Repubblica, la Formula 1 per organizzare il cerimoniale di avvicinamento alla partenza avrebbe derogato alla propria linea ambientalista, in contraddizione con i messaggi verdi che a Monza tornavano d’attualità:

The fly-bys, we were promised that they are gone and it seems that the president just has to change his mind and F1 gives in despite the boards around the track about certain goals when it comes to making the world a better place.

If you have a goal then you shouldn’t do like all the countries and just neglect the fact that you won’t achieve it. You should stick to the word you put out. But time will tell.

Ci sta, è un controsenso. Ma l’intenzione della Formula 1 di proibire le parate aeree ai Gran Premi era venuta da motivazioni diverse: non per ragioni ambientaliste, quanto a tutela dell’immagine di uno sport pacifista e politicamente neutro, per evitare che certi paesi se ne servano come dimostrazione di potenza bellica. E non è il caso dell’Italia.

Il divieto infatti decade se non c’è stampo militare, tant’è che già a Silverstone a luglio s’è regolarmente esibito il Gruppo acrobatico della Royal Air Force. Per cui Vettel oltre a sbagliare i toni è in errore sulle premesse.

Monza, Vettel,