L’incidente di Sophia Florsch a Macau, la vittoria di Ticktum e il test di Calderon a Fiorano

domenica 18 novembre 2018 · Snack news

Motorsport is dangerous. La situazione peggiore che possa capitare in un incidente di corsa, una macchina che prende il volo e atterra oltre le reti di protezione, peraltro con una dinamica d’impatto decisamente sfavorevole. Ha una frattura spinale Sophia Florsch, 17 anni, dopo l’uscita drammatica alla curva del Lisboa al giro 4 del Gran Premio di Macau di Formula 3 internazionale. Il botto ha ferito anche Sho Tsuboi, l’altro pilota coinvolto nella collisione, due fotografi, un commissario di percorso.

Per la cronaca. La vittoria a Macau l’ha portata a casa Dan Ticktum che fa il bis del successo del 2017 nella classica asiatica, a pochi giorni dal debutto sulla McLaren di Formula 1 in un test a Silverstone.

A un soffio dalla tragedia. S’è sfiorato il dramma anche al Baja 1000, il rally raid che si tiene ogni anno in Messico nella Baja California: Alexander Rossi ha rischiato lo scontro frontale con il fuoristrada di uno spettatore che è entrato sul percorso e procedeva in direzione opposta al senso di percorrenza del tracciato.

Donne altrove. Nel frattempo, nel weekend di pausa prima del rush finale del mondiale, si è tenuto al circuito di Fiorano il test di Tatiana Calderon sull’Alfa Sauber che a marzo l’ha confermata nel ruolo di collaudatore, senza mai impiegarla…

Amarcord. Si disputava il 18 novembre del 2018 la prima edizione del Gran Premio ad Austin. La Ferrari si gioca Massa con un gesto disperato prima del via, gli sostituisce il cambio malgrado sia perfetto, lo fa slittare indietro di cinque posti per l’applicazione della retrocessione: Alonso così passa da ottavo a settimo e guadagna il lato delle piazzole dispari. Il diario dei Gran Premi di F1WEB.it è in print-on-demand su ilmiolibro.it.

A. Rossi, Alfa Romeo, Austin, Fiorano, Macau, Sauber, Ticktum,