PHOTO CREDIT · Xpb

Tre mesi di sviluppo regalati agli avversari dopo Imola: ma che problemi ha la Ferrari?

mercoledì 10 luglio 2024 · Gran Premi
tempo di lettura: 2 minuti

La frase più carina e meno dura di Leclerc in parco chiuso: “Sto vivendo un incubo da tre o quattro gare, dobbiamo assolutamente uscirne”. Il resto è poco riferibile, ma condivisibile: “Da Monaco abbiamo perso performance, è un dato di fatto”.

Non c’entrano solo le cappellate del muretto, la Ferrari ha un problema tecnico di base a trovare il bilanciamento fra curve lente e curve veloci, tant’è che venerdì mattina a Silverstone si facevano prove comparative, Leclerc con gli aggiornamenti di Barcellona dove si erano visti gli ultimi sviluppi a fondo e diffusore, Sainz con il pacchetto di Imola che poi si è deciso di tenere da sabato in poi, per tutto il weekend. Secondo Leclerc:

We came to the conclusion that it was the right choice to come back, mostly because of bouncing. We’ll take the right decision for the future very soon. What we’ve done yesterday was very helpful to help us take the right decision going forward.

Messa in questi termini, la Ferrari ha perso quasi tre mesi di sviluppo. E lo diceva apertamente Sainz domenica pomeriggio:

We are basically with the same car in Imola and since Imola everyone has upgraded and they’ve probably added a few tenths to the car while we had to revert. We’ve lost two or three months there of performance gain in the wind tunnel and performance that we could have added in these three months. So clearly we haven’t taken the right calls recently.

Non è da buttare il pacchetto di Barcellona e non è perfetto quello di Imola. In effetti, i fenomeni di porpoising che venivano accentuati a Silverstone pare siano – parole di Sainz – una “debolezza intrinseca” della SF-24. Perciò d’ora in poi tocca trovare un compromesso caso per caso, circuito per circuito, finché non arriva un correttivo trasversale:

I trust the team will do the right calls circuit-to-circuit until a more solid package, which is not bouncing in high-speed and good in low-speed, arrives, and then we will start thinking about battling the top three teams again.

Per Spa è programmato un nuovo aggiornamento. Ma la Ferrari oggi fa anche i conti con la sede vacante della direzione tecnica, dopo le dimissioni di Cardile che va in Aston Martin, comunque all’epilogo di diversi mesi di sbando nel reparto tecnico. Uno scenario poco rassicurante anche per l’anno venturo, perché questi sono i mesi in cui nasce la nuova rossa, la prima rossa di Hamilton.

Ferrari, Leclerc, porpoising, Sainz, Silverstone,