Se lo sponsor rivuole indietro i soldi: il caso di Robert Doornbos

giovedì 26 luglio 2012 · Off topic

Non è andato lontano in Formula 1: qualche corsa con la Minardi, qualche altra con Red Bull quando le lattine erano ancora un team minore, poi comparsate varie nelle prove libere. È stato un pilota con la valigia pure lui. Adesso il suo sponsor la valigia la rivuole indietro.

È il caso curioso di Robert Doornbos, classe 1981, originario di Rotterdam. Secondo De Telegraaf, deve restituire un milione di euro come risarcimento a Harry Muermans, che con la compagnia omonima gli ha finanziato la carriera tra il 2005 e il 2008, cioè proprio negli anni della Formula 1, prima che Robert si spostasse a correre in America.

A maggio Muermans ha già vinto il primo round in tribunale sulla base di un contratto anomalo che stabiliva che la sponsorizzazione venisse erogata sotto forma di prestito.

Oggi chiede il conto per l’equivalente di circa il 10 percento del capitale totale versato a favore di Robert nelle casse della società amministrata dalla sorella.

Alla stampa olandese, Doornbos spiega che non c’è fondamento alle accuse: “Muermans ha fatto la mia carriera, soprattutto in Formula 1. Mi ha aiutato attraverso la sponsorizzazione. Adesso siccome è in guai finanziari cerca di distruggermi”.

Minardi, Red Bull,