Gran Premio del Giappone 2022 a Suzuka: il weekend in sintesi, risultati e statistiche

domenica 9 ottobre 2022 · Race highlights

Background. Suzuka ritrova la Formula 1 dopo due anni di stop per pandemia. La Fia rinvia la pubblicazione degli esiti di controlli sulle spese e sul rispetto del limite di spesa. L’Alpine ingaggia Gasly per il 2023 e l’Alpha Tauri prende de Vries.

Le prove. Sul bagnato quelle di venerdì: Alonso è il migliore nella prima sessione, Russell nella seconda. Pirelli che ha chiesto mezzora in più per provare le gomme del 2023 deve rinviare il test.

Le qualifiche. Verstappen batte Leclerc di 10 millesimi, è ammonito per aver creato una situazione di pericolo nel giro di lancio in Q3, quando cambia traiettoria scaldando le gomme in uscita dalla R130 mentre sopraggiunge Norris, che per evitarlo deraglia sull’erba.

La gara. Piove di nuovo, si parte regolarmente ma dopo tre giri è subito bandiera rossa per l’incidente di Sainz. La sospensione dura oltre due ore, si riprende dietro safety car e si completano solo 28 giri entro il limite delle 3 ore dal via. Verstappen non fa una piega, Leclerc invece si fa prendere da Perez all’ultimo giro, taglia la chicane e viene retrocesso di 5 secondi.

L’ordine d’arrivo. Verstappen, Perez, Leclerc, Ocon, Hamilton, Vettel, Alonso, Russell, Latifi e Norris. Ritirati Albon e Sainz.

Perché è stato assegnato punteggio pieno se la gara non è stata completata? Perché il nuovo regolamento, per quanto assurdo, parla chiaro: il punteggio viene ridotto solo quando la gara viene bloccata e non riparte. Tecnicamente, non è il caso di Suzuka. Per cui Verstappen fa i 25 punti che gli occorrono e mette al sicuro il secondo mondiale.

Perché le squadre erano confuse sul conto dei giri? Perché una gara che raggiunge la durata limite di 2 ore viene giudicata conclusa quando il leader completa un altro giro successivo a quello in cui il tempo è scaduto. Quando invece capita una sospensione per bandiera rossa – com’è stato a Suzuka – il limite sale a 3 ore e la gara in quel caso termina senza giri extra. Anche la Red Bull si aspettava che Verstappen dovesse fare ancora un giro…

Perché Gasly ha preso 20 secondi di penalità? Per eccesso di velocità con bandiera rossa, in un momento in cui tra l’altro c’è in pista la gru che sta recuperando Sainz. Resta il fatto che la direzione corsa rischia pericolosamente di riproporre la tragedia di Bianchi, sulla stessa pista e nelle stesse circostanze.

Perché nonostante la pioggia forte erano partiti tutti sulle intermedie? Perché le Pirelli da bagnato estremo sono obbligatorie solo se la partenza viene data dietro la safety car. Diversamente, non le vuole nessuno “perché sono una m***a”, parole di Vettel.

Le statistiche. L’interruzione comporta la gara con la media oraria più bassa della storia. Verstappen raggiunge Alonso per numero di titoli e numero di vittorie. Latifi prende i primi punti della stagione. Zhou segna il primo giro veloce di carriera, ma chiaramente non gli vale punto perché non si classifica nei primi 10.

Alonso, Alpha Tauri, Alpine, Bianchi, Fia, Gasly, Latifi, Leclerc, Norris, Perez, Pirelli, Red Bull, Russell, Sainz, Suzuka, Verstappen, Vettel, Zhou,