Tutto a catena: Bottas alla Mercedes, torna Massa alla Williams. E Wehrlein finisce alla Sauber

lunedì 16 gennaio 2017 · Mercato

Tutte le tessere del puzzle al loro posto: Bottas con Hamilton alla Mercedes al posto di Rosberg, Massa di nuovo alla Williams e Wehrlein alla Sauber, secondo la disposizione più ovvia, ma non per questo la più semplice da incasellare.

Intanto Bottas, che risponde alla chiamata della vita. Ufficialmente per un anno soltanto, ma chiaramente ci sono delle opzioni per un’estensione, da valutare sulla base di una serie di possibili reazioni a catena, dal momento che alla fine del 2017 scadono troppi contratti: Alonso, Raikkonen, Vettel. Per cui certe porte bisogna tenerle aperte. Nel frattempo i ringraziamenti:

My debut in Formula 1, my first points and nine podiums all came with the guys and girls at Grove, so I must say a big thanks to everyone and I wish them all the very best for the future.

Arrivano tutte in fila le mosse di mercato perché una con l’altra sono intrecciate. La Williams per liberare Bottas cercava un pilota di punta e d’esperienza, per cui c’era da convincere Massa a fare almeno un’altra stagione. Di riflesso, la Mercedes non poteva disfarsi di Wehrlein finché non avesse la certezza di prendere Bottas.

E poi, chiaramente, di mezzo c’erano soldi e questioni burocratiche: uno sconto di 10 milioni di euro sulla fornitura dei motori della Mercedes alla Williams, la liberazione anticipata di Paddy Lowe che lascia Brackley per Grove. La Formula 1 è complessa, i contratti anche di più.

Bottas, Lowe, Massa, Mercedes, Sauber, Wehrlein, Williams,