Le libere in Austria, svetta Leclerc mentre le squadre bocciano il ritorno alle vecchie gomme

venerdì 28 giugno 2019 · Snack news

Incidenti e dintorni. Spielberg confeziona una seconda sessione di prove libere movimentata: si schiantano Verstappen e Bottas, per un soffio non sfascia l’auto anche Vettel. Mentre al comando svetta Leclerc, di 3 decimi sulla Mercedes.

Il costo del freddo. E l’Alfa Romeo in serata s’è presa – solo – una multa di 5000 euro perché la temperatura della benzina sull’auto di Giovinazzi era sotto il limite di tolleranza. Per un’infrazione del genere in gara c’è la squalifica.

No, grazie. È già rientrata la proposta di tornare alla struttura delle gomme del 2018. Manca la maggioranza per una mossa che tutto sommato non ha la certezza di portare spettacolo e rischia solo di minare la credibilità dello sport. L’opinione di Claire Williams a Motorsport:

Clearly we’re in favour of doing everything we can to make the show better, but I don’t think a quick fix that we don’t actually know is going to resolve the issue

C’eravamo tanto amati. Si separano definitivamente la Williams e Paddy Lowe. La squadra non ha nemmeno un punto, lui dopo il congedo che s’era preso prima del via del campionato, martedì ha sancito la separazione ufficiale.

Che aria tira. La Fia nella persona di Masi è stata a Zandvoort dopo il Gran Premio di Francia, a verificare lo stato dei lavori in vista del ritorno per il 2020. C’è perplessità da parte di Pirelli sulla soprelevazione dell’ultima curva che potrebbe mettere a rischio la tenuta dei pneumatici. Come a Indianapolis nel 2005.

L’uomo del weekend. Suo malgrado, Karun Chandhok a Le Castellet era il personaggio più cercato e più chiacchierato alla luce del fatto che la Ferrari con una mossa sconsiderata quanto comica ha inserito la sua analisi nei file per il riesame della Fia sul Canada. Lui nel paddock non c’era, ma condivide l’impressione generale di un approccio azzardato da parte di Maranello:

While I was of course flattered to hear that a team as big and great as Ferrari felt that my analysis was worth including in their appeal submission, it also seemed confusing to me that they chose to do so. The FIA were right to disregard this bit of analysis in the appeal because there’s no way that a third party’s opinion, especially someone who’s working as a TV broadcaster, would count as factual evidence.

Caduta libera. Personaggio controverso, ha detto cattiverie gratuite su Mick Schumacher, nel 2015 s’è preso due anni di squalifica dalla federazione inglese per azioni criminali in pista, ha provato a ricostruirsi la carriera e una chance l’ha trovata con Red Bull. Tra l’altro, vincendo due volte a Macau. Adesso Daniel Ticktum è fuori dal programma dell’energy drink, paga i flop in Formula 3 e Super Formula in Asia.

Amarcord. Per 775 milioni di euro, la Fiat il 28 giugno del 2002 vende a Mediobanca il 34% della Ferrari, lo riscatta a dicembre del 2013, con una plusvalenza consolidata di oltre 150 milioni di euro. Appunti di Corsa è il diario dei Gran Premi di F1WEB.it, dal 1950 all’era moderna, in print-on-demand oppure ebook a prezzo speciale su ilmiolibro.it.

Alfa Romeo, Bottas, Chandhok, Ferrari, Fia, Indianapolis, Le Castellet, Leclerc, Lowe, Masi, Pirelli, Red Bull, Spielberg, Ticktum, Verstappen, Vettel, Williams, Zandvoort,