Margini di (in)tolleranza: se una frazione di secondo fa la differenza… e fa la squalifica

mercoledì 25 settembre 2019 · Regolamenti

Per pochi millesimi si perdono le pole e le gare, per pochi millesimi e anche meno di illecito tecnico arrivano le squalifiche. E la Formula 1 dopo Singapore mette sul piatto due casi interessanti.

Il primo: sabato sera dalla griglia di partenza provvisoria viene cancellato l’ottavo tempo di Ricciardo per infrazione del limite massimo di potenza del motore, Renault fa sapere che non c’è intenzionalità, la causa è un fuorigiri in una frazione microscopica di secondo, letteralmente un millesimo del millisecondo, per un salto sul cordolo e comunque in un giro di rientro in Q1. La Fia è inamovibile:

The penalty which has been consistently applied is disqualification, and which does not consider when or if an advantage was gained.

Masi a nome della Federazione giustamente spiega che su certe questioni non esistono zone grigie. E ammetterle sarebbe pericoloso:

I think Martin Brundle put it best when I bumped into him downstairs on the grid, “You’re either pregnant or you’re not” was his words. When it comes to technical infringements, it’s a technical infringement, end of story.

We’re treading on dangerous territory, personally, when we’re starting to, with technical infringements in particular, build in margins in upon margins upon margins.

È un punto chiave, nel weekend di Singapore anticipava l’epilogo del secondo caso, quello su cui la Fia da luglio ancora non s’era espressa: è di martedì la notifica sull’innammissibilità dell’appello dell’Alfa Romeo e la cancellazione di settimo e ottavo posto di Raikkonen e Giovinazzi per un episodio che risale alla gara di Hockenheim.

Qui il nodo riguarda il divieto di aiuti elettronici: il regolamento prescrive che il ritardo tra lo stacco della frizione sul volante e l’erogazione di coppia corrispondente deve mantenersi sotto i 70 millesimi di secondo: con Raikkonen e Giovinazzi la telemetria dopo la ripartenza dalla griglia aveva misurato 22 e 300 millesimi, rispettivamente, oltre il limite di tolleranza. Di qui la doppia squalifica:

This provided a more gradual application of the torque, which given the wet conditions was a potential advantage.

L’Alfa l’ha sempre attribuito al malfunzionamento della frizione. Anche qui, involontarietà. Anche qui, la Fia non vuole scuse: se a Monza il giudizio sulle questioni agonistiche si è ammorbidito, sui numeri crudi non c’è difesa che tenga.

Alfa Romeo, Fia, Giovinazzi, Hockenheim, Masi, Monza, Raikkonen, Renault, Ricciardo, Singapore,