Grane per la Williams: il Venezuela chiede il contratto con lo sponsor

domenica 20 novembre 2011 · Fuoripista

Non si sblocca la trattativa per l’ingaggio di Raikkonen e nel frattempo per la Williams arrivano guai dal Venezuela perché Carlos Ramos, uno dei deputati del Congresso di Caracas, presenta un’interrogazione per chiedere i dettagli della sponsorizzazione con PDVSA, la compagnia petrolifera di bandiera.

Ramos scrive alla squadra ma la lettera finisce anche sui giornali. È venuto fuori che l’inchiesta è già in corso e se ne sta occupando una commissione straordinaria che adesso chiede alla Williams di fornire la copia del contratto stipulato con PDVSA.

“Come dovreste già sapere, secondo la legislazione del Venezuela – scrive Ramos – spese di una certa entità devono essere approvate dal Congresso”. PDVSA è controllata dallo stato e paga tra 20 e 30 milioni di sterline a stagione, ma l’ammontare dei finanziamenti dipende anche dall’esposizione del logo.

L’accordo è del 2010, però quest’anno PDVSA ha vincolato gli investimenti all’ingaggio di Pastor Maldonado, il protégé di Hugo Chavez. Il problema è che “il Congresso – precisa Ramos – non ha mai approvato il contratto di sponsorizzazione”.

A giugno ne aveva parlato già un blog del Venezuela. E pare che l’inchiesta sia partita da lì, perché quando la squadra si è rifiutata di commentare le opzioni a favore, la soffiata è finita direttamente alla segreteria del Congresso.

Il team comunque non corre il rischio dell’incriminazione. Casomai la grana riguarda gli amministratori di PDVSA. Però se il Congresso blocca i fondi, allora Grove perde un capitale importante. E già naviga in cattive acque.

Maldonado · Williams ·