Ricciardo torna in Red Bull, si dimette (?) Binotto… mentre la Ferrari fa tripletta ai test di Abu Dhabi

sabato 26 novembre 2022 · Snack news

La parabola del figlio prodigo. Con l’offerta di un posto come terza guida, la Red Bull riapre le porte a Ricciardo che per il 2023 non aveva un volante. Un’offerta per un posto da titolare l’aveva piazzata l’Haas, in via informale. Steiner a ottobre diceva:

If he’s interested in us, he’s not shy to call me up. I am not going to chase him down. I want him to decide what he wants to do for himself, first, before being talked into something.

Casa Ferrari. Secondo il Corriere della Sera, che riprende una voce già diffusa dalla Gazzetta prima di Abu Dhabi, Maranello ha trombato Binotto. Oppure ha fatto in modo che lui decidesse di partire. La squadra e il diretto interessato hanno già smentito una volta. Il paddock pazientemente attende, perlomeno per capire chi sta mentendo.

Dalla pista. Intanto, si gira: dopo la gara, Abu Dhabi ha ospitato gli ultimi test ufficiali della stagione, praticamente i primi della nuova. Nella classifica aggregata la Ferrari fa tripletta, con Sainz, Leclerc e Shwartzman. Dietro, la formalizzazione dei nuovi incarichi: Alonso sull’Aston Martin, de Vries sull’Alpha Tauri, Gasly sull’Alpine, Hulkenberg sul’Haas, Piastri sulla McLaren.

Winter vibes. C’è il calendario invernale dei test per le gomme da bagnato che Pirelli sta ancora sviluppando: si sono offerte Alfa Romeo, Alpha Tauri, Aston Martin, Ferrari e Mercedes. Le sedi: Fiorano, Jerez, Le Castellet e Portimao. Si inizia il 3 dicembre.

New entry. E dopo Abu Dhabi, con il quarto posto in classifica generale di Formula 2, Logan Sargeant si mette in regola con i requisiti minimi per la superlicenza: è ufficiale quindi l’ingaggio in Williams, si riempie l’ultima casella che ancora era libera.

Abu Dhabi, Alonso, Binotto, de Vries, Ferrari, Gasly, Gazzetta dello Sport, Haas, Hulkenberg, Leclerc, Piastri, Pirelli, Red Bull, Ricciardo, Sainz, Sargeant, Shwartzman, Steiner, Williams,